Fondazione Claudio Ciai ONLUS

La Fondazione Claudio Ciai ONLUS ha lo scopo di coadiuvare il sostentamento e il recupero di persone che hanno subito incidenti stradali o sul lavoro riportando gravi lesioni e/o disabilità permanenti.

Si rivolge ai familiari delle vittime mettendo a loro disposizione il bagaglio di conoscenze maturate, raccoglie e condivide informazioni sui luoghi di assistenza socio-sanitaria, sulle opportunità di copertura spese, sulle eventuali azioni legali da intraprendere in modo da far valere i diritti dell’assistito e dei suoi familiari. Intende fornire una guida a chi si trova improvvisamente dinanzi a situazioni d’emergenza e senza alcun punto di riferimento.

L’idea della Fondazione nasce dalla convinzione che un grande dolore possa essere trasformato in amore per il prossimo, che il malessere del cuore possa essere colmato con dedizione ed assistenza verso gli altri. Che la morte possa essere un’importante opera umana capace di trasformare un’immensa tristezza in una vita nuova, basata sulla speranza.

Per leggere lo statuto della Fondazione Claudio Ciai, clicca qui.  

Guarda il nostro video!

La storia di Claudio

Claudio Ciai nasce a Firenze il 12 gennaio 1958, dove lavora e vive con la sua famiglia.

Il 15 settembre 2010, mentre è alla guida della sua auto aziendale, Claudio Ciai, padre di famiglia di 52 anni, rimane vittima di un grave incidente stradale. La sua auto, ferma in coda, viene travolta da un camion sopraggiunto a tutta velocità.

A seguito dell’incidente Claudio riporta lesioni cerebrali e un grave danno assonale diffuso, con conseguenti deficit motori, cognitivi e funzionali permanenti, che gli impediscono di comunicare, muoversi e alimentarsi. È questo il momento in cui inizia il calvario non solo di Claudio ma anche di tutta la sua famiglia.

Sei mesi in Austria per poter ricevere la somministrazione di un farmaco ancora non autorizzato in Italia, l’interruzione dei pagamenti da parte di Telecom Italia per cui Claudio lavorava, gli scontri con i condomini per l’abbattimento delle barriere architettoniche e la truffa da parte dell’avvocato da cui erano seguiti sono solo alcuni degli ostacoli che la famiglia ha dovuto affrontare nel periodo successivo all’incidente, e che in parte, nonostante Claudio Ciai sia deceduto il 19 marzo 2014, si trascinano ancora oggi.

Da questa esperienza, tanto terribile quanto fortificante, è nata la “Fondazione Claudio Ciai Onlus“.

Di lui rimarranno sempre l’incredibile voglia di vivere, il desiderio di aiutare chi avesse bisogno, la spontaneità e l’immensa simpatia. La sua allegria si rifletterà nei volti delle persone che saranno aiutate in suo nome.

FOTO_01.jpg
Screen Shot 2017-09-10 at 1.03.48 PM.png
Screen Shot 2017-09-10 at 1.04.07 PM.png