Claudio Ciai

Claudio Ciai nasce a Firenze il 12 Gennaio 1958.

Fin da piccolo sviluppa un amore incondizionato per il calcio, giocando nella sua squadra del cuore, la Rondinella Marzocco, alla quale si ispirano i colori del suo logo, e seguendo appassionatamente la Fiorentina.

Si diploma all'età di 19 anni all'Istituto Tecnico Leonardo da Vinci di Firenze, nel 1980 inizia a lavorare alla SIP, attuale Telecom Italia.

Nell'anno 1981 si sposa con Daniela e il 19 Marzo 1987 nasce suo figlio Francesco.

Claudio trascorre così 23 anni come ottimo padre di famiglia, lavorando sodo per poter comprare una casa dove invecchiare e non facendo mancare niente ai suoi familiari.

Continua a giocare a calcio nei tornei organizzati dal Cral Telecom e successivamente inizia una nuova avventura sportiva con il calcetto nella squadra del PSV INDOVE.

Il 15 Settembre 2010, durante una trasferta di lavoro, rimane coinvolto in un terribile incidente stradale che cambierà la sua vita per sempre. Claudio ha riportato lesioni cerebrali e un grave danno assonale diffuso che gli hanno causato deficit motori, cognitivi e funzionali permanenti. Non è più riuscito a comunicare, muoversi ed alimentarsi. Ha trascorso gli ultimi anni a Villa Jole R.S.A., Bagno a Ripoli, assistito con grande cura ed affetto, alimentato per peg e costantemente in preda a fortissimi spasmi muscolari che ne hanno alterato la figura. Nonostante ciò, i suoi occhi hanno sempre brillato di luce e speranza, e grazie ad alcune persone speciali, a lui sempre vicine, è riuscito anche a ridere e trasmettere emozioni forti pur non potendo parlare.

Il 19 marzo 2014 ha smesso di lottare ma i suoi parenti e amici hanno deciso di continuare a farlo in nome suo. Ecco perché è nata la Fondazione Claudio Ciai.

Di lui rimarrà sempre l'incredibile voglia di vivere, la voglia di aiutare tutte le persone che avevano bisogno, la spontaneità e l'immensa simpatia. La sua allegria si rifletterà nei volti delle persone che saranno aiutate in nome suo.

FOTO_01.jpg
Screen Shot 2017-09-10 at 1.03.48 PM.png
Screen Shot 2017-09-10 at 1.04.07 PM.png

Fondazione Claudio Ciai ONLUS

La Fondazione ha lo scopo di coadiuvare il sostentamento e il recupero di persone che hanno subito incidenti stradali o sul lavoro riportando gravi lesioni cerebrali e/o disabilità permanenti;

  • si rivolge ai familiari delle persone che hanno subito incidenti stradali e/o sul lavoro mettendo a loro disposizione il bagaglio di conoscenze maturate negli anni trascorsi a cercare per Claudio le cure più adatte a garantirgli, se non la guarigione, una vita dignitosa accanto ai suoi cari;

  • raccoglie e condivide informazioni sui luoghi di assistenza socio-sanitaria, in Italia e all’estero, sulle opportunità per coprire almeno in parte le spese da sostenere, sulle eventuali azioni legali da intraprendere per far valere i diritti dell’assistito e dei suoi familiari;

  • intende fornire una guida a chi si trova improvvisamente dinanzi a situazioni d’emergenza e senza alcun punto di riferimento, nella consapevolezza che una mano tesa è un aiuto prezioso per non sentirsi soli dinanzi al dramma di una persona non più autonoma ma ancora viva.

L’idea della Fondazione nasce dalla convinzione che un grande dolore possa essere trasformato in amore per il prossimo, che il malessere del cuore possa essere colmato con dedizione ed assistenza verso gli altri. Che la morte possa essere un’importante opera umana capace di trasformare un’immensa tristezza in una vita nuova, basata sulla speranza.

Per leggere lo statuto della Fondazione Claudio Ciai, clicca qui.  

11079655_1572820899655382_1327281114303903328_n.jpg
Screen Shot 2017-09-10 at 1.20.14 PM.png
Niccolo Galli